Cucina

Il Pane di Orroli
Ad Orroli cosi come nel resto dell'Ogliastra il pane di tutti i giorni è il pistoccu. L’impasto è costituito dal fiore della farina e dalla semola, leggermente lievitato. Viene lavorato in fogge rettangolari o circolari, poi messo in forno. Appena si forma una crosta dorata, viene tolto e tagliato a metà, in senso orizzontale, per essere messo di nuovo a tostare nel forno ancora caldo. Un'altro pane locale è la carta da musica è una sorta di pane carasau caratterizzato da una sfoglia leggermente più spessa. L’impasto è di farina di grano duro e acqua, mentre il procedimento di cottura dei fogli di pasta, questa volta solo di forma circolare, è identico a quello del pistoccu. Infine, il pani pittau è il pane augurale che compare sulle tavole in occasione delle ricorrenze più felici, banchetti e matrimoni.

 

 

 

I primi piatti
Il primo piatto per eccellenza sono i Culurgiones, ravioli di pasta ripieni di patate e formaggio pecorino fresco. La pasta è quella che normalmente si fa per i ravioli, mentre il ripieno è composto da patate lessate e passate, unite al formaggio pecorino fresco appena grattugiato (esiste anche una variante con la menta). Secondo la tradizione, i ravioli vengono chiusi a mano e pizzicati lungo i bordi con la punta delle unghie, in modo da raffigurare delle spighe di grano. Una volta cotti, vengono conditi a strati nel piatto, con abbondante sugo di pomodoro e una spolverata di pecorino grattugiato. I malloreddus sono gnocchetti a forma di conchiglia della grandezza di nemmeno due centimetri, impastati con semola di grano duro e acqua tiepida salata; di solito vengono conditi con sugo di pomodoro e salsiccia. Infine, potrete gustare da queste parti la fregula (Fregola Sarda) ma soltanto da noi vi sarà possibile trovare una variante realizzata con lo zafferano.

I secondi piatti
Nei secondi il piatto principe è il maiale: allo spiedo, arrostito alla brace o cotto in un letto di foglie ed erbe aromatiche (il porcetto è un maialino di non più di quattro/cinque mesi non ancora svezzato). Per chi apprezza il gusto particolare delle interiora degli animali, da non perdere è "sa trattalia", una treccia di intestini di agnello o capretto cotta allo spiedo. Tra i secondi non a base di carne spicca la gustosissima coccoi prena, una sorta di focaccia costituita da un impasto di pasta, patate schiacciate e formaggio pecorino (esiste anche una variante con la zucca o le zucchine, la coccoi 'e corcoriga). Per i più gourmet esiste il "casu axedu", formaggio a tranci che ricorda lo yogurt, ma molto più denso e consistente, fatto di latte di pecora, di capra oppure misto.

 

I dolci Sardi

L’Ogliastra offre gli amaretti, dolcetti fatti di pasta di mandorle, le ciambelle (biscotti di pasta frolla), le casadinas, dolcetti impastati con formaggio freschissimo e buccia d’arancia, le pappassina e le paniscedda, focacce tipiche impastate con vino cotto che compaiono sulle tavole nella ricorrenza di Ognissanti.

I nostri Vini
Per accompagnare tutti questi piatti, non deve mancare in tavola il vino cannonau, prodotto esclusivamente da uve cannonau della zona invecchiato in botti di rovere, questo vino, dal colore rosso profondo e dall’alta gradazione alcolica, sposa perfettamente i piatti di carne e i formaggi della zona. cialità robuste della regione.

 

"Queste e tante altre speccialità troverete nel nostro Agriturismo

nel rispetto della natura e conservazione di antiche tradizioni"

 

 

Strada Provinciale 10 Orroli-Escalaplano (CA) 08043

 

 per ulteriori informazioni sulle prenotazioni chiamare ai numeri :

" Cellulare: +39 3248752909 / 3206437626 "

 

 

Verifica disponibilità camere

22-09-2019
23-09-2019